Scoperta da Amerigo Vespucci nel 1503, in origine il suo nome era Nossa Senhora da Assuncao de Cabo Frio. Situata sulla costa orientale del Brasile, bagnata ad est dall’Atlantico e ad ovest dalla laguna di Araruama, e proprio grazie allo sfruttamento delle miniere di sale di quest’ultima, Cabo Frio ha potuto svilupparsi già nel XVII sec. Queste miniere sono attualmente attive e sono considerate una interessante attrazione turistica. Fin dagli anni ’40 era considerata una piacevole meta turistica dagli abitanti della vicina Rio, successivamente grazie alla costruzione del ponte Rio-Niteroi che la collegava all’autostrada, si sviluppò ancora di più.

    Da non perdere

    L’attrazione essenziale di Cabo Frio sono le sue spiagge. Lunghissime e di sabbia finissima, si estendono sia sul mare che su laghi interni, caratterizzate da un paesaggio naturale di dune e di lussureggiante vegetazione. Praia do Forte è la spiaggia più famosa perché si trova proprio al centro della città ed più comunemente conosciuta come la spiaggia di Cabo Frio. Malibù è il tratto costiero più frequentato dai giovani, tanti le attività sportive da praticare, gare di capoeira, e tanti locali sul mare con musica e dal vivo per ballare in spiaggia. E sempre per gli sportivi, altra importante spiaggia è la Praia Brava, infatti è frequentatissima dagli amanti del wind-surf. Per godersi invece mare e sole in completo relax consigliamo la Praia de Conchas, sabbia chiara e finissima e tanto silenzio immersi nella natura circostante, infine la Praia do Pero sono troverete tantissimi ristorantini tipici dove gustare tante pietanze locali saporitissime. Culturalmente le attrattive maggiori da visitare sono: il Forte São Mateus, costruito da Estevão Gomes per la difesa della costa contro gli attacchi francesi, olandesi e inglesi ed è situato all’estremità della Praia do Forte. La Casa da Cultura/Charitas attualmente “Casa della Cultura” e Biblioteca municipale. Il Museo Storico e Navale di Cabo Frio, sede della memoria navale. Qui sono esposti documenti, foto sottomarine, oggetti, utensili e reperti riportati alla luce in seguito al naufragio di numerose imbarcazioni. Infine altro museo interessante da visitare e quello del Mare, che ospita circa 100 acquari con fauna marina ed illustra diverse esplorazioni marine fra cui quelle di Jacques Cousteau.

    Eventi

    Non sono segnalati eventi di particolare importanza.

Tour Location

× Chat