Australia

Appena si pronuncia il nome Australia il pensiero corre immediatamente a paesaggi incontaminati, natura selvaggia e canguri saltellanti. Ma L’Australia, sesto paese al mondo per estensione, il più grande dell’Oceania e dell’intera Australasia, possiede anche città dal fascino moderno, che si specchiano nell’Oceano. Il Paese si trova nell’emisfero australe, circondato dall’Oceano Indiano a ovest e a sud, e dal Pacifico a est. È formato dall’isola principale o Mainland (la parte continentale), dalla Tasmania e da altre isole minori. Queste ultime, dette “Terre remote”, sono: le isole Cocos e Keeling, l’isola Christmas (o isola del Natale), l’isola Norfolk, l’isola di Lord Howe, l’isola Macquarie (che fa parte della Tasmania) e l’isola Heard. Da questa piccola introduzione si comprende che il territorio australiano è estremamente vasto e, in alcuni tratti, inesplorato e da scoprire. Lungo le coste si concentra la maggior parte della popolazione che, in totale, sfiora i 24 milioni di abitanti. La capitale è Canberra, mentre la città più popolata è Sydney. Data la sua collocazione geografica, l’Australia si è ritrovata più volte a fronteggiare i problemi del Sud-est asiatico, e in particolar modo delle isole del Pacifico, Cina e Giappone.

DETTAGLI

LINGUA

Inglese, lingue aborigene

RELIGIONE

Cristiana 52.1 %, nessuna religione 30,1%, altri culti 8,2%

VALUTA

Dollaro australiano

FUSO ORARIO

Sette/undici ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich

ELETTRICITA'

240 V, 50 Hz

UTC +10

Tour Location

Da non perdere

Il nome Australia deriva dall'espressione latina “terra australis incognita”, ovvero “terra meridionale sconosciuta”, che indicava un ipotetico continente che occupasse tutto l’emisfero australe. Immaginata dai Greci e dai Romani, gli Europei vi approdarono soltanto nel XVII secolo e nel 1770, dopo l'arrivo del tenente di marina del Regno Unito James Cook, i due terzi orientali del paese vennero reclamati dal Regno Unito e utilizzati per impiantarvi colonie penali. Dal 1º gennaio 1901 entrò a far parte del Commonwealth e restò nell'orbita britannica fino al 1986. L’Australia è un luogo in cui la natura esprime tutta la sua bellezza, basti pensare ai colori meravigliosi delle foreste pluviali del Queensland oppure alle montagne color indaco, le Blue Mountains. Qui una vacanza può essere davvero indimenticabile, all’insegna dell’avventura e della scoperta: della cultura aborigena, dei Parchi nazionali, delle specie endemiche di animali (come i canguri e gli ornitorinchi), delle spiagge bianche, della Grande Barriera Corallina, dei colori dell’entroterra e degli avveniristici centri urbani. Le principali città australiane sono: Melbourne, città elegante con lunghi viali alberati; Sydney, con l’Harbour Bridge, grandioso ponte ad arco, e la fantastica sede del teatro lirico nazionale, l’Opera House; Canberra, progettata appositamente nell'entroterra per essere la capitale della nazione; Perth e Adelaide sulla costa. L’Australia offre la possibilità di praticare una vasta gamma di attività all'aria aperta: trekking, surf, snorkeling, e tutti i tipi di escursioni e sport d'avventura. L’adrenalina è assicurata se si nuota con gli squali a Ningaloo Reef o con i delfini a Monkey Mia! Passare dal blu delle acque cristalline al rosso della sabbia è un attimo: le distese dell’Outback si presentano con abiti sgargianti e impressionanti. Un’arida regione delle Outback, il Red Centre, ospita la cittadina di Alice Springs, da cui si raggiunge il Parco Nazionale di Uluru-Kata Tjuta. All'interno del parco si trovano i Monti Olgas e l’imponente formazione rocciosa dell’Ayers Rock, il monolite più famoso al mondo e sacro alle popolazioni indigene locali. Con il treno argento Ghan si attraversa il paese, da Darwin ad Adelaide, fino alla città scavata nella roccia, Coober Pedy.

Quando andare

Come è risaputo, l’Australia si trova nell'emisfero australe, per cui ha le stagioni invertite rispetto alle nostre. L’estate va da dicembre a febbraio, l’autunno da marzo a maggio, l’inverno da giugno ad agosto e per finire la primavera da settembre a novembre. Anche il clima muta notevolmente da una zona all’altra: in generale, se il viaggio tocca diverse città australiane, il momento migliore per partire è la primavera o l’autunno, periodo relativamente mite con temperature piacevoli. È da evitare l’estate, con giornate particolarmente torride e l’inverno, spesso piovoso e interessato da cicloni.

Prima di partire visti e vaccinazioni

Per entrare nel Paese c’è bisogno di un visto, a meno che non si possegga un passaporto neozelandese o australiano (il visto, in questo caso, si può richiedere direttamente all'arrivo). Tutti i viaggiatori devono richiedere il visto prima di lasciare la propria nazione. Si può ottenere anche un visto turistico fino a tre mesi e visti per vacanze-lavoro. Non sono richieste vaccinazioni a meno che non si sia stati in un paese dove sia diffusa la febbre gialla (sei giorni prima del vostro arrivo).

Come arrivare e trasporti locali

Quasi tutti i turisti arrivano in Australia in aereo. I principali aeroporti internazionali si trovano a Sydney, Melbourne, Brisbane, Perth, Adelaide, Darwin e Cairns. I voli hanno sempre un costo abbastanza alto e una lunga durata a causa della lontananza del Paese dal resto del mondo. Dall'Indonesia, da alcune isole del Pacifico e dalla Papua Nuova Guinea, si può raggiungere l'Australia via mare, anche se non è così semplice. Per la vastità del territorio australiana, l'80% dei viaggi su lunga distanza si fanno in aereo. Quantas, Jetstar e Virgin Blue sono le compagnie maggiori per i voli interni Gli autobus a lunga percorrenza sono molto confortevoli, invece il servizio ferroviario non è molto soddisfacente perché più lento e più costoso. In alternativa ci sono le grandi agenzie internazionali di autonoleggio, condizioni più vantaggiose però si trovano in quelle locali, a patto che il contratto preveda km illimitati. I trasporti via mare sono un’eccezione: l'unico servizio regolare di trasporto passeggeri fa la spola tra Devonport e Melbourne.

Eventi

In molte città australiane si svolgono festival famosi in tutto il mondo, capaci di creare un’atmosfera gioiosa, vivace e coinvolgente. Le rassegne riguardano spettacoli teatrali, di danza, musica, arti visive e la promozione dei prodotti locali. A Melbourne per ben 17 giorni a ottobre, si organizza il Melbourne International Arts Festival. Anche qui c’è solo l’imbarazzo della scelta, tra spettacoli all’aperto, prime internazionali di teatro e danza che si svolgono in varie parti della città: dai giardini botanici di Melbourne fino a piccoli teatri a Fitzroy, all’Arts Centre di Southbank o all’elegante Federation Square. A marzo il gusto sarà protagonista del Melbourne Food and Wine Festival. Da non perdere i fuochi d’artificio che illuminano il fiume Brisbane durante il Brisbane Festival, che va da metà settembre a inizio ottobre. L’evento si svolge presso i City Botanic Gardens, la Powerhouse a New Farm e il Queensland Cultural Centre a South Bank. Sono apprezzati anche il Darwin Festival (ad agosto) e il National Multicultural Festival che celebra le diversità etniche nella capitale Canberra. Per gli amanti del settore enogastronomico una tappa importante è il Taste of Tasmania Festival, a Hobart, che si concentra sulla promozione dei prodotti autoctoni. Nato nel 1960, il Biennal Adelaide Festival si svolge tra febbraio e marzo e dà spazio a artisti internazionali, spettacoli teatrali, mostre artistiche, concerti, spettacoli di danza e circensi (con illusionisti, maghi, acrobati che invadono le vie cittadine). Da non dimenticare il Summernats Car Festival a Canberra (gennaio), un evento dedicato completamente ai motori, dalle “muscle cars”, ovvero le auto dalle alte prestazioni, ai nuovi modelli delle maggiori case automobilistiche.

ADELAIDE

CANBERRA

MELBOURNE

SYDNEY